Passbook vs QR code: ecco i vantaggi del portafoglio digitale firmato Apple

C'è chi non considera Passbook molto innovativo, in quanto i QR codes permettevano già attività come l'imbarco sull'aereo. Gli "scettici" non sono infatti convinti che questa applicazione sia così all'avanguardia come si dice.
Ma tra QR code e Passbook le differenze sono tante e di notevole rilevanza, vediamole: 

Le caratteristiche di QR code
Il QR code (acronimo di quick response) è un codice a barre bidimensionale. Per accedere ai contenuti del QR code si deve semplicemente possedere uno smartphone dotato di fotocamera ed installare un programma per decodificare il codice. A questo punto è sufficiente inquadrare il codice e fotografarlo, in modo che il programma precedentemente installato permetta di visionarne il contenuto. 
Oltre ad essere utilizzabile come carta d'imbarco, la sua tecnologia permette di usarlo in sostituzione di un biglietto da visita o un curriculum vitae. 
Il QR code può contenere immagini, foto, link e informazioni testuali. La sua versatilità e la quantità di informazioni che è capace di contenere lo hanno reso un appetibile mezzo pubblicitario: sempre più QR codes sono stampati su cartelloni o manifesti e sono visibili sui siti aziendali. 

La praticità di questo strumento sta nel fatto che tutti noi abbiamo sempre il cellulare a portata di mano, e con una semplice foto del codice possiamo accedere ad un sito pubblicitario o verificare la validità di una carta d'imbarco o di un biglietto. 

Ma ora veniamo ai vantaggi di Passbook
Passbook non è un semplice codice contentete informazioni. E' un'applicazione (attualmente compatibile solo con il sistema operativo iOS 6) che permette l'archivio e la gestione di biglietti elettronici, coupon e carte fedeltà, salvati sul dispositivo in un'interfaccia semplice ed intuitiva. 
Il QR code non è scomparso, anzi, in alternativa ad un codice a barre può essere utilizzato per la lettura dei pass presenti su Passbook, tramite una semplice scansione. 
La comodità di questo nuovo strumento, in cui vengono archiviati i pass generati da altre applicazioni o scaricati da url/allegati email, sta nella possibilità di accedere ai propri biglietti, coupon o carte fedeltà, senza averli materialmente. 
Ma la grande innovazione consiste nel continuo aggiornamento dei pass e nella loro geolocalizzazione. 
Notifiche istantanee e alert ricordano all'utente che sta per scadere un biglietto, oppure, nei pressi di un negozio, segnalano offerte utilizzabili con i coupon in possesso. O ancora, in areoporto, avvisano in tempo reale di eventuali variazioni sull'orario d'imbarco o di chiusura del gate. 

In sostanza, Passbook rende il vostro dispositivo un vero portafoglio digitale con cui archiviare e monitorare tutti i vostri pass, sempre a portata di mano. 

I primi numeri del successo di Passbook sono stati sorprendenti, nonostante l'applicazione sia ancora agli esordi. E' difficile sapere quanto successo avrà, ma sappiamo di certo che la sua praticità è indubbia, il suo potenziale è notevole, e gli utenti se ne sono già innamorati. 


Articoli Simili

Back

indirizzo



contatti

iscrizione newsletter

 
 
 
 

Informativa relativa al DLGS. N. 196/2003 sulla tutela della privacy e richiesta di consenso al trattamento dei dati
(privacy policy). *

Iscrizione Cancellazione